Close

Le basi funzionali della formazione motoria e sportiva nella disabilità cognitiva

25,00

Ambrosio G. – Perez D. – Tafuri D.

pagine 168

ISBN 978-88-87479-35-5

Categoria: Product ID: 1947

Descrizione

La preparazione integrata verso la pratica agonistica

L’attività didattica in generale, e l’apprendimento motorio nello specifico, si configura come processo di ricerca e sperimentazione sulla base degli elementi cognitivi individuali e degli obiettivi formativi. Il progetto delle strategie di apprendimento che ne consegue, una volta attuato, si concluderà con la verifica delle loro validità, pur considerando che ognuna segue un proprio percorso di apprendimento, tenuto conto che non esistono soggetti che apprendono allo stesso modo ed agli stessi livelli. A tale proposito, in campo medico si afferma che  non esistono le malattie ma i malati, ciascuno dei quali necessita di una terapia personalizzata. E ancor di più nel mondo della disabilità intellettiva, nel quale il processo di apprendimento può risultare compromesso da lesioni biologiche di natura assolutamente diversa. Pertanto, l’approccio formativo deve prevedere una pluralità di contributi volti alla formazione integrale della personalità. Il fine deve essere quello di costruire una rete di competenze, secondo il dettato costituzionale, che fa obbligo alla Repubblica di garantire a tutti i cittadini il “pieno sviluppo della persona umana”.


Indice

Prefazione Luca Pancalli

Ringraziamenti

Introduzione Marco Borzacchini

Premessa Umberto Aubry

Parte I

La continuità terapeutica

1.1 – Concetto di continuità terapeutica e il best-practice-project

Parte II

I contributi interdisciplinari

2.1 – Disabilità e Psicologia – Il ritardo mentale

2.2 – Disabilità e Medicina dello Sport – La via dello Sport

2.3 – Disabilità e Medicina dello Sport – La valutazione d’idoneità dello sport D.I.R

2.4 – Disabilità e Psicologia – La motivazione alla pratica sportiva negli atleti con disabilità mentale

2.5 – Disabilità e Neurologia – L’apprendimento imitativo

2.5.1 – Il ruolo svolto dal sistema specchio

Parte III

Le basi metodologiche dell’attività motoria e sportiva dedicata

3.1 – Teoria dell’apprendimento motorio

3.1.1 – L’attività didattica in generale e la “piena formazione”

3.1.2 – La programmazione e le strategie di apprendimento

3.1.3 – L’apprendimento motorio in condizioni cognitive patologiche

3.1.4 – Stadi di apprendimento

3.2 – Sistema neuronale e Sport

3.2.1 – Emozioni: affordance ed empatia

3.3 – Teoria dell’allenamento

3.3.1 – Apprendimento motorio ed imitazione

3.3.2 – Differenza tra compito imitativo e non imitativo

3.3.3 – Anticipazione e rapidità di reazione

3.3.4 – Imitazione interna

3.3.5 – Apprendimento motorio imitativo

3.4 – Dal Gioco allo Sport

3.4.1 – Il Gioco

3.4.2 – Quali giochi proporre – la figura dell’educatore

3.4.3 – La variabilità della pratica

3.4.4 – L’errore

3.4.5 – Il feed-back

Parte IV

Il progetto applicativo

4.1 – Le linee programmatiche

4.1.1 – Linee programmatiche

4.1.2 – Sintesi del progetto istituzionale

4.1.3 – L’inclusione sociale

4.2 – Attivazione Motoria Generale

4.2.1 – Le funzioni del movimento

4.2.2 – L’attivazione motoria generale

4.2.3 – Potenziamento generale specifico ed il condizionamento generale: l’efficienza fisica

4.2.4 – Potenziamento generale specifico e condizionamento generale: le modificazioni prodotte dall’allenamento

4.2.5 – Adattamento coordinativo semplice

4.3 – L’analisi motoria individuale: la classificazione

4.3.1 – Premessa

4.3.2 – Ambiti applicativi della strategia di valutazione motoria

Scheda di valutazione cod. 1

Scheda di valutazione cod. 2

Scheda di valutazione cod. 3

Scheda di valutazione cod. 4

Scheda di valutazione cod. 5

Scheda di valutazione cod. 6

Scheda di valutazione cod. 7

4.3.3 – Indici valutativi

4.3.4 – Valutazioni

4.4 – Adattamento coordinativo semplice. L’attività motoria organizzata per gruppi di competenza

4.4.1 – Esempio di gioco

4.4.2 – Esempio di progressione metodologica

4.4.3 – Sintesi

4.5 – L’attività sportiva adattata

4.6 – La valutazione funzionale

4.6.1 – Premessa

4.6.2 – Analisi degli indici di massa corporea (IMC)

4.6.3 – Analisi del metabolismo basale

4.6.4 – Analisi della idratazione corporea (TBW)

4.6.5 – Analisi della concentrazione di massa magra (FFM)

4.6.6 – L’attività a carattere pre-sportivo

4.6.7 – Lo sport aciclico (open skill)

4.6.8 – Lo sport ciclico (closed skill)

4.6.9 – Conclusioni

4.6.10 – Prospettive

Bibliografia

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Le basi funzionali della formazione motoria e sportiva nella disabilità cognitiva”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.